Tuesday, December 7, 2021
Tutto sulle ultime informazioni


Anna, principessa reale

Anna, principessa reale ha lucidato la Bentley nera parcheggiata fuori dallo squallido Camden Carers Center di cemento che spicca. Non…

By Usman , in Moda , at Novembre 18, 2021

Anna, principessa reale ha lucidato la Bentley nera parcheggiata fuori dallo squallido Camden Carers Center di cemento che spicca. Non capita spesso di vedere una limousine con autista parcheggiata in questo particolare quartiere del nord di Londra, né è normale vedere un reale. Ma mentre la principessa Anna esce dall’auto con indosso un vivace abito di lana turchese e un blazer blu scuro, i capelli raccolti nel suo caratteristico chignon, i passanti curiosi sembrano più interessati al corteo della polizia che alla figlia della regina.

Il suo entourage, composto solo dalla sua dama di compagnia e da un addetto alla protezione ravvicinata (CPO), è sorprendentemente piccolo. La stampa raramente copre i suoi impegni, ma oggi c’è un addetto alle comunicazioni presente per accompagnare Vanity Fair, invitato a pedinare la Principessa Reale prima di una rara intervista al St James’s Palace, per celebrare il suo imminente 70° compleanno.

L’immagine può contenere Abbigliamento Abbigliamento Persona umana Cappello e viso
PALCOSCENICO MONDIALE
La principessa Anna fa il suo arrivo al pranzo delle donne dell’anno 1972 a Londra. DA POPPERFOTO/GETTY IMMAGINI.
All’interno del centro, la principessa viene ricevuta dalla sedia del Carers Trust, di cui è presidente, e portata via per un pranzo veloce che salta. “Penso che durante il giorno, mangiare non sia davvero un problema”, mi dice. La sua priorità è quella di andare avanti con un programma fitto di appuntamenti e incontrare gli operatori sanitari nel nuovo club d’arte del centro, che offre agli assistenti il ​​tanto necessario tempo libero dal loro lavoro.

Tiene i guanti (anche se il coronavirus non aveva, a questo punto, raggiunto il Regno Unito) eppure non è, nonostante quello che si dice spesso su di lei, scostante o fredda. Ha la reputazione di aver ereditato la famosa lingua tagliente e l’arguzia di suo padre, una volta che diceva ai fotografi di “naff out” quando si mettevano sulla sua strada. (“Mi ha fatto rabbrividire per alcune battute molto cattive”, dice John McLean, presidente del Carers Trust.)

Il suo discorso franco le è servito durante un tentativo di rapimento fallito nel 1974. Un uomo di nome Ian Ball ha sparato alla Rolls-Royce di Anne mentre lei e il suo allora marito, il capitano Mark Phillips, stavano tornando a Buckingham Palace da un ricevimento. Ball, che aveva sperato in un riscatto di milioni di dollari, ordinò ad Anne di scendere dall’auto durante la rissa. “Non maledettamente probabile” è stata la sua risposta, secondo la leggenda.

Due agenti di polizia, l’autista della principessa e un giornalista sono stati colpiti e feriti nel drammatico evento, ma la principessa ha ricordato di essere rimasta “scrupulosamente educata” durante il calvario, fino a quando il suo vestito su misura non è stato strappato, il che le ha fatto “perdere il mio straccio”, come ha detto lei.

Ha una reputazione per avere
È questa natura riconoscibile che Erin Doherty cattura così bene come la principessa Anne nella terza stagione di The Crown, dando al profilo della vita reale di Anne un fandom di rottura. La sua natura stoica e la sua sfida occasionale (ha continuato a portare avanti impegni fino a quando il governo britannico ha vietato gli incontri di massa a metà marzo a causa della diffusione di COVID-19, con i reali che seguono i protocolli raccomandati) le hanno fatto guadagnare il rispetto in tutto il mondo. Non che la principessa Anna lo sapesse. Non ha visto lo spettacolo e, secondo qualcuno che lo saprebbe, “non ha interesse a guardare la sua vita recitata sullo schermo”.

Fedele a quella rappresentazione, la Principessa Reale è calda, coinvolgente e divertente, con un’impressionante capacità di disarmare le persone. “Cosa ti piace fare qui?” chiede a una badante. “Mi sto riposando”, risponde la donna, spingendo Anne a ridere ad alta voce. Incontrando una donna del Ghana, la principessa commenta quanto sia facile viaggiare nel paese oggigiorno, essendo stata diverse volte con Save the Children, suo patrocinio negli ultimi 50 anni. A un uomo anziano con la passione per le auto d’epoca, la principessa ricorda una Rolls-Royce del 1953 usata dalla regina che “funziona ancora sorprendentemente”. È rilassata quando si tratta di protocollo e saluta le persone con una stretta di mano ferma e un “Ciao, piacere di conoscerti”. “Lei è un gioiello. Davvero uno dei più simpatici e laboriosi di tutti”, afferma un CPO che ha lavorato per la famiglia reale per molti anni.
Il giorno in cui visitiamo il centro insieme sembra essere il giorno in cui il figlio di Anne, Peter Phillips, annuncia il suo divorzio da sua moglie, Autumn, quindi c’è il potenziale per l’imbarazzo o il disagio. Ma la principessa appare rilassata e di buon umore. Avendo divorziato dal capitano Mark Phillips, il suo primo marito e padre dei suoi figli—Peter, 42 anni, e Zara Tindall, 38, dopo 20 anni di matrimonio, la principessa sa meglio della maggior parte delle persone che i matrimoni (forse in particolare quelli reali) non sono sempre per sempre. Quella mattina un tabloid ha pubblicato la storia dell’imminente divorzio in prima pagina, e sono stato avvertito in anticipo dall’addetto stampa che la principessa non discuterà della separazione. “Ne abbiamo parlato un po’ in macchina, ma lei si è alzata al di sopra”, confida la sua dama di compagnia, che conosce la principessa da 30 anni.

Comments


Lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!