Wednesday, December 8, 2021
Tutto sulle ultime informazioni


Un giorno in tribunale

Un giorno in tribunale L’analisi comparata dei procedimenti civili richiede uno studio approfondito della struttura e degli elementi più distintivi…

By Usman , in Social Media , at Novembre 16, 2021

Un giorno in tribunale L’analisi comparata dei procedimenti civili richiede uno studio approfondito

della struttura e degli elementi più distintivi di ciascun Paese coinvolto.

Ha l’obiettivo di individuare le logiche e le caratteristiche che rendono ciascuno

paese unico.

È comunemente malinteso che i sistemi di common law si basino esclusivamente su

l’autorità dei sistemi di diritto precedente e civile si basano solo sull’autorità

di statuti e codici. 2 Questo articolo dimostra che l’italiano e il

I sistemi legali statunitensi non sono puramente inquisitori né puramente contraddittori, ma

che condividono somiglianze e possono imparare gli uni dagli altri. 3

Nel sistema contraddittorio negli Stati Uniti, il giudice svolge un ruolo

ruolo relativamente passivo nel procedimento. I fatti e le prove sono raccolti da

le parti e infine giudicato da una giuria, un organismo di comuni cittadini

istruito sulla legge applicabile dal giudice, che eventualmente renderà

un giudizio sulla base della decisione della giuria – il verdetto.

Negli Stati Uniti, non tutti i casi vengono giudicati attraverso un processo con giuria. Alcuni

i casi sono decisi da giudici senza giuria, sia perché il caso è in

zona in cui non vi è diritto a un processo con giuria, o perché le parti hanno

rinunciato al loro diritto a un processo con giuria. In questi casi, il ruolo del giudice è ancora molto

più passivo di quanto sarebbe sotto il sistema inquisitorio. Alcuni

i paesi di common law diversi dagli Stati Uniti sono andati molto oltre

nell’eliminare i processi con giuria nelle cause civili.

Al contrario, in sistemi inquisitori come quello italiano, il giudice

svolge un ruolo più attivo nel procedimento. Il giurista istruisce le parti su

come procedere, accoglie o respinge le loro richieste di termini e

ammissione delle prove, e alla fine decide su fatti e prove,

senza alcuna giuria.

UN’ANALISI COMPARATIVA DEI PROCEDIMENTI CIVILI

Le Norme Federali di Procedura Civile e la loro modifica

interpretazione giurisprudenziale, nonché delle norme di procedura civile italiane e

giurisprudenza, chiarire che i giudici hanno forti poteri in entrambi

procedimenti. In entrambi i casi, gli avvocati hanno il potere di formulare reclami,

difese e prove da presentare al giudice o alla giuria che alla fine

valutarli. Pertanto, nessuno dei due può essere considerato veramente

contraddittorio o veramente inquisitorio.

In particolare nel processo legale americano, i giudici stanno prendendo un più

ruolo attivo e approccio discrezionale alla gestione del caso istruttorio. 9 acceso

in alcune occasioni, i giudici federali degli Stati Uniti possono avere più discrezione

rispetto ai giudici italiani perché i loro poteri non sono regolamentati. Ad esempio, in

conferenze di transazione, lo strumento di gestione dei casi “informale”, un giudice del processo

ha “un livello di controllo e un grado di discrezione che mettono a dura prova i confini”

del ruolo tradizionale perché l’input consueto del litigante o i criteri legali

mancano.io

1.2 Efficienza e correttezza come termini dell’analisi comparativa

Efficienza ed equità sono termini utilizzati dal presente comparativo

analisi per valutare i principali dispositivi giuridici adottati dai due ordinamenti

e di individuare la migliore soluzione che ciascuno di essi possa aver adottato. è

quindi necessario illustrare i concetti e le idee dietro le parole

“efficienza” e “equità”.

Qualsiasi esperto o praticante che studia una norma di procedura civile o

meccanismo si chiederebbe se sia efficiente ed equo. In altre parole,

il praticante chiederebbe fino a che punto la regola fosse eccessivamente lunga e costosa

consumo, e se è giusto considerando la posizione e gli interessi di

tutte le parti del procedimento.

Un procedimento può durare anni ed è spesso costoso sia per il

partiti e lo Stato. Pertanto, le norme che disciplinano il procedimento dovrebbero

meccanismi del telaio che richiedono meno tempo e meno costi. un lungo

e il dispositivo costoso non sarà efficiente.

L’efficienza è un termine che non è difficile da definire. Tutti hanno un

idea di cosa è efficiente e cosa non lo è. Di solito, tutte le parti in a

procedere, anche quando hanno interessi opposti, verrebbe probabilmente a

la stessa conclusione su ciò che è efficiente.

Questo articolo adotta il significato di efficienza come un dispositivo che, tutto il resto

a parità di condizioni, è il minor dispendio di tempo e denaro. Questa definizione misura

efficienza in termini di costi e tempi; si giudicano dispositivi procedurali simili

sui tempi e sui costi necessari per ottenere lo stesso risultato

termini generali, l’ordinamento giuridico italiano non contiene linee guida

quanto alla sua portata e ai limiti che continuano ad essere fissati dai giudici. Il dovuto

La norma processuale di cui all’articolo 111 della Costituzione italiana definisce il dovuto

processo elencando alcuni diritti e garanzie che sono considerati

elementi fondamentali del giusto processo. Tuttavia, l’elenco dei diritti e

garanzie di cui all’articolo 111 della Costituzione italiana non è tassativo,”

e giudici italiani hanno contribuito ad ampliare e chiarire meglio la lista

ai sensi dell’articolo 111.18

L’articolo 111 chiarisce che il confronto e i diritti delle parti a

difesa (diritto delle parti a presentare il proprio caso, obiezioni e risposte)

sono considerati elementi essenziali del “fair play” e sono elementi essenziali

del giusto processo. Si considera anche una ragionevole durata del procedimento

un elemento del giusto processo. La durata del procedimento non dovrebbe essere

considerato in astratto ma rispetto alle circostanze specifiche di

il caso per garantire che il procedimento sia veloce, ma non superficiale.’ 9

Ai sensi del sesto comma dell’articolo 111, tutte le decisioni giudiziarie

deve indicare la motivazione della decisione al fine di responsabilizzare i giudici

al pubblico. La motivazione della sentenza è ritenuta fondamentale per

la parte che intende impugnare la sentenza perché le attribuisce un

possibilità concreta di individuare i punti deboli della sentenza. Il

i giudizi, tuttavia, non dovrebbero contenere alcuna eventuale opinione dissenziente.

 

Comments


Lascia un commento


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!